Teatro Giuseppe Persiani

Posizione

Recanati

La costruzione del nuovo teatro di Recanati, realizzato in sostituzione del precedente, fu promossa nel 1823 da Monaldo Leopardi, padre di Giacomo. A causa di difficoltà di ordine finanziario e di scelta del luogo, i lavori si protrassero fino al 1840, anno dell’inaugurazione. Il progetto, affidato all’architetto Tommaso Brandoni, prevedeva una sala a ferro di cavallo con tre ordini di palchi e un loggione a galleria. La decorazione interna, prevalentemente a stucco dorato, venne eseguita da Eusebio e Saverio Basili e risulta differenziata per ciascun ordine di palchi. Nel soffitto, opera di Marco Capozzucchi, sono raffigurati quattro medaglioni con i ritratti di Guido D’Arezzo, Pietro Metastasio, Carlo Goldoni e Vittorio Alfieri, alternati a figure allegoriche su un fondo ornato da motivi floreali e vegetali, oltre al bel rosone centrale. Pregevole è anche il foyer, con volta ellittica sorretta da colonne doriche e pianta rettangolare. La sala teatrale è intitolata al celebre musicista Giuseppe Persiani, a cui la città diede i natali.