Teatro comunale

Posizione

Caldarola

Il teatro di Caldarola, che occupa un palazzo cinquecentesco donato dal Cardinale Evangelista Pallotta al Comune per essere destinato a residenza del Podestà, venne inaugurato per la prima volta nel 1830 e successivamente riaperto nel 1906 in seguito alla ristrutturazione realizzata su progetto dell’ingegner Filippo Amici all’inizio del XX secolo, in base alla quale venne ampliato e adeguato ai canoni artistici dell’epoca. La sala ha pianta a ferro di cavallo con due ordini di palchi e loggione a galleria e mostra un apparato decorativo di ispirazione tardo-ottocentesca. I parapetti dei palchi e del loggione sono ornati da stucchi bianchi e oro, così come i palchi di proscenio che risultano separati dagli altri da due paraste con capitelli corinzi. L’ultimo restauro, che ha riportato il teatro al suo originario splendore, risale agli anni Ottanta. Nel corso del tempo è diventato una struttura polivalente dove sono state svolte attività diversificate: dalla prosa alla lirica, dalle conferenze al cinema e altro ancora.