PALIO DEI TERZIERI

Posizione

Montecassiano

Nel XV secolo, dopo alterne vicende politiche, Montecassiano riconquistò la piena libertà municipale e nel 1948 elesse dodici uomini appartenenti ai terzieri in cui all’epoca era suddiviso, per riformare gli antichi Statuti del Comune, con facoltà di correggerli e modificarli sotto il controllo dell'autorità ecclesiastica. Ogni anno, dal terzo venerdì alla quarta domenica del mese di luglio, la manifestazione fa rivivere questo fatto storico riproponendo le cerimonie e i festeggiamenti con cui all’epoca fu celebrato in maniera solenne. Il paese torna ad essere idealmente ripartito negli antichi terzieri di San Salvatore, San Nicolò e San Michele, i quali si sfidano, ciascuno con i propri atleti, in giochi e tornei come la Tenzone degli Arcieri, la Giostra dei Cavalieri, la Morte del Podestà e il Tiro de lo Canapo. Il centro cittadino riacquista così l’originaria dimensione medievale, con le vie e le piazze animate da quattrocento figuranti che ricreano un suggestivo spaccato di vita medievale. I momenti culminanti della rievocazione storica sono i tre cortei, ognuno caratterizzato da una propria funzione in relazione alle fasi successive di svolgimento dell’evento, nei quali vengono rappresentate tutte le classi sociali, dalle autorità civili e religiose ai ceti popolari.