Pinacoteca Comunale "Raffaele Fidanza"

Posizione

Matelica

Ubicata nel centralissimo Palazzo Ottoni, edificato nel 1472 per volontà di Alessandro e Ranuccio Ottoni e costruito da Costantino e Giovanni Battista da Lugano, la Pinacoteca Comunale intitolata al pittore neoclassico matelicese Raffaele Fidanza (1797 – 1846) conserva al suo interno, oltre a una selezione di dipinti dello stesso, una serie di opere provenienti dalle chiese demaniate della città. Alle predette opere si unisce la pregevole mazza in argento, simbolo dell’autorità comunale, realizzata dall’argentiere romano Domenico Piani nel XVIII secolo, importanti dipinti provenienti dalle soppressioni, quali Noli me tangere di Ercole Ramazzani e il Sant’Onofrio di Salvator Rosa. Resta, infine, da segnalare il ciclo decorativo, a soggetto mitologico, risalente al XVI secolo e raffigurante gli Amori degli dei, che orna le pareti di una delle sale di rappresentanza.