Museo Civico della Resistenza

Posizione

Caldarola

Il Museo Civico, aperto nel 1996, annovera al suo interno sia la Pinacoteca della Resistenza sia la sezione dedicata alla Caldarola Sistina. La prima è documentata da opere di pittura e scultura ispirate al tema della resistenza e dell’olocausto, rendendo omaggio ai caduti per la lotta della resistenza particolarmente sentita a Caldarola. In essa sono presenti artisti della levatura di: Mastroianni, Guttuso, Sassu, Trubbiani, Fischer, Bodini, Migneco, Pomodoro, Sughi, Cagli, Carpi, Del Sal, Samonà, Campus, De Stefano, Cascella, Calabria, Vedova, Treccani, Tulli, e altri ancora; cui si aggiungono le continue donazioni di artisti che trattano il medesimo tema. La seconda presenta grafici e manifesti che riproducono la vecchia città, poi trasformata nel XVI secolo dal piano urbanistico voluto dal cardinale Evangelista Pallotta.