Musei Civici

Posizione

Sarnano

Le raccolte dei Musei Civici di Sarnano sono piuttosto articolate. Un primo nucleo è costituito dalla pinacoteca, formata perlopiù da opere arrivate al comune a seguito delle soppressioni degli ordini religiosi, tra queste si possono annoverare l’opera attribuita a Marchisiano di Giorgio, l’opera del 1513 di Stefano Folchetti, cinque tavole di Vincenzo Pagani dell’inizio del XVI secolo, l’Ultima cena di Simone De Magistris e la Madonna adorante il bambino con due angeli realizzata da Vittore Crivelli. Completano il polo museale civico la raccolta d’arte moderna con alcune opere del pittore sarnanese Mariano Gavasci (1903 – 1984), una sezione dedicata al Museo dell’Avifauna, con numerosi esemplari di uccelli collezionati dall’ornitologo Luigi Brancadori, una sezione relativa al Museo del Martello, composto da una collezione di martelli inerenti i diversi mestieri, e infine il Museo delle Armi, con pezzi che vanno dai primi archibugi sino ai più modelli della prima metà del XX secolo.