Chiesa di San Pietro o Santa Chiara

Posizione

Sarnano

Trattasi di un edificio dalla doppia intitolazione in quanto le suore Clarisse, inizialmente ubicate in un edificio extra moenia, nel 1581 vennero trasferite entro le mura accanto alla chiesa di San Pietro, che ben presto prese anche la denominazione di Santa Chiara. La chiesa venne totalmente ricostruita nel 1772 e successivamente passò di proprietà comunale, oggi è sconsacrata e utilizzata per esposizioni di antiquariato. In ogni caso ci troviamo di fronte a un pregevole esempio di architettura tardo-barocca, con facciata in laterizio dotata di avancorpo centrale convesso e divisa in due zone sovrapposte. L’impianto del tempio è centralizzato, composto con una sorte di croce greca con quattro bracci voltati con campate a botte lunettata, che partono da una campata centrale rettangolare voltata a crociera. Al di sopra del braccio di croce corrispondente all’entrata è ubicata una cantoria lignea balaustrata con profilo mistilineo e sorretta da quattro mensole arricciate. L’altare maggiore ha un dossale policromo inquadrato da due binati di colonne strombati, con capitelli compositi dorati ed imposte di coronamento curvilinee ruotate