Chiesa di San Francesco

Posizione

Penna San Giovanni

Le origini architettoniche di questa chiesa, costruita dall’architetto Salino Lombardo, risalgono al 1457, anno in cui i Francescani Minori Conventuali vi si trasferirono inurbandosi nell’annesso cenobio. Nel XVIII secolo il tempio subì alcune importanti modifiche che ne mutarono radicalmente le forme architettoniche, al punto da poter essere considerato di fatto pressoché ricostruito: nel 1729 l’aula venne infatti ampliata con l’aggiunta dell’abside, mentre l’impianto fu modificato a croce latina. La facciata venne trasformata, mentre fu mantenuto il portale quattrocentesco. Negli anni ottanta del XX secolo furono realizzati alcuni lavori di restauro al complesso, con la rimozione di alcune superfetazioni esterne e di alcuni intonaci; il convento, ampliato nell’ultimo decennio del Settecento, è stato poi riutilizzato come scuola. Merita menzione il pregevole coro in noce del 1757, opera della bottega dell’ebanista sarnanese Giovanni Serrano. Tra i dipinti, particolarmente degni di nota sono l’Immacolata Concezione con i Santi Francesco, Bonaventura da Bagnoregio, Chiara, Ludovico e Michele Arcangelo dell’urbinate Girolamo Cialdieri (1593-1680).