Chiesa di San Francesco

Posizione

Apiro

Al pari di molti edifici religiosi settecenteschi, anche la chiesa di San Francesco di Apiro fu costruita su un preesistente edificio di epoca medievale, originariamente dedicato a San Martino. Tra le testimonianze ancora visibili dei materiali reimpiegati nella chiesa si può certamente annoverare il romanico portale d’ingresso, ascrivibile al XIII secolo e ricco di elementi decorativi, situato nella fascia inferiore della facciata, composta da conci di pietra bianco-rosati e sormontata dalla parte superiore in semplice laterizio. L’interno dell’edificio presenta un’aula unica con presbiterio ad abside semicircolare e le pareti sono ornate da paraste lisce con capitelli compositi, sulle quali poggia una trabeazione con modanature. L’abside presenta un pregevole dossale policromo mentre il presbiterio è introdotto da archi monumentali concentrici a tutto sesto che ospitano, nei setti murari intermedi, due coretti lignei con balconcini policromi. Tra il 1854 e il 1866 l’intero complesso, comprensivo dell’annesso convento, è entrato a far parte dei beni del Comune di Apiro e in parte destinato alla raccolta dei dipinti che compongono la Pinacoteca comunale.