Chiesa di San Bartolomeo Apostolo

Posizione

Morrovalle

San Bartolomeo fu fondata per volere di papa Sisto V nel 1568 e nacque in seguito all’unione delle soppresse parrocchie di San Venanzio, Sant’Angelo e San Pietro. La scarsità dei documenti esistenti fa ipotizzare l’inizio dei corposi restauri intorno alla metà del XVIII secolo. Ulteriori lavori di rimaneggiamento interessarono soprattutto l’interno nel tardo Ottocento, lasciando intatti gli altari tardo-barocchi settecenteschi e conferendo allo spazio un sentore già tendente al Neoclassico. L’impianto è ad aula unica con otto altari laterali, uno pseudo-transetto e presbiterio a terminazione absidata semicircolare. All’interno l’aula mostra forme architettoniche piuttosto sobrie e lineari, con nitido bilanciamento di linee verticali ed orizzontali, rappresentate dal ritmico susseguirsi delle paraste lisce con capitelli compositi sormontate dalla trabeazione dal cornicione aggettante. Nella chiesa è conservato il corpo di San Valentino, militare romano martirizzato nel III secolo, rivestito con abiti settecenteschi e deposto nello stesso altare dove si venerano gli oggetti relativi al Miracolo Eucaristico, il coperchio della pisside ed un Crocifisso d’argento.