Cattedrale di Maria Santissima Annunziata

Posizione

Treia

Il progetto della Cattedrale di Treia porta la firma dell’architetto Andrea Vici e sorge sulla duecentesca chiesa di San Giovanni Battista, di cui mantiene il campanile. Il Vici inizia la costruzione dell’edificio nel 1782, portandolo a termine nel 1814, e la sua consacrazione avviene lo stesso anno ad opera del vescovo di Macerata Vincenzo Maria Strambi, canonizzato nel 1950 da Papa Pio XII. L’impianto è a croce greca e l’interno, dalle forme nitide, è definito da grandi paraste corinzie. Nell’area dell’altare due colonne sorreggono la trabeazione modanata al di sopra della quale c’è una sontuosa Gloria raggiante. Vi sono conservate opere pittoriche e scultoree di epoche differenti e di altra provenienza, donate alla chiesa stessa. Tra queste è possibile segnalare il busto di papa Pio VII scolpito da Pietro Tenerani (1789-1869), il busto bronzeo di Sisto V attribuito al Giambologna, due statue raffiguranti i Santi Pietro e Paolo, opera di Andrea Bregno (1418 ca.-1506) e la tavola rappresentante l’Assunzione della Vergine con Santi, attribuita ad Antonio da Faenza. L’esterno piuttosto sobrio e lineare, porta quelle linee disegnative tipiche di Andrea Vici in cui si mescola sapientemente l’uso di aree concave negli angoli per dilatare lo spazio.